Imprenditoria giovanile, un aiuto per iniziare

imprenditoria

Imprenditoria giovanile

Nel D.Lgs. 185/2000 sono stabilite le norme per accedere alle agevolazioni statali previste per l’Autoimpiego: autoimprenditorialità, lavoro autonomo, microimpresa e franchising.
La distribuzione dei contributi all’imprenditoria è gestita tramite l’emissione di bandi da Enti europei, regionali, provinciali e comunali in base alle esigenze territoriali.

Il modo più rapido per informarsi sui bandi in corso è quello di rivolgersi direttamente alla propria Regione di appartenenza, o alla Camera di Commercio; le sedi sono presenti in tutte le Province.
Per ottenere i finanziamenti l’idea imprenditoriale deve trasformarsi in PROGETTO.
Questo sarà articolato in:
un Business Plan, contenente informazioni economico/finanziarie,
un piano marketing, che comprende le strategie commerciali,
una pianificazione dell’andamento aziendale relativa ai tre anni successivi alla realizzazione del progetto.
Per informazioni ed assistenza alla compilazione del Bussines Plan rivolgersi alle sedi regionali di Invitalia o alle Camere di Commercio convenzionate.

Qualche contatto a cui rivolgersi:
Giovane Impresa
PSR Rete Nazionale
SUAP

I commenti sono chiusi.