Media Center TV

Media Center TV, il salotto di casa come centro multimediale

media centerPossiamo considerare il Media Center come un sistema domestico che ci permette di visualizzare sulla nostra TV i contenuti multimediali – film, foto, ecc. – presenti sul nostro PC o su altro dispositivo di archiviazione, quali possono essere smartphone, dischi di rete o anche, perchè no, la nostra fidata console di gioco!
Negli ultimi anni le tecnologie legate alla realizzazione di un Media Center hanno fatto passi da gigante: l’offerta di componenti è aumentata, i prezzi sono diventati più accessibili, sono nati tanti nuovi ottimi software di controllo e non ultimo, le reti senza fili Wi-Fi sono migliorate notevolmente in qualità e accessibilità anche per l’utente meno…navigato. Senza dimenticare la facilità con cui oggi questi contenuti vengono prodotti e distribuiti, complice la crescita esponenziale del mercato smartphone/tablet.
Perchè pensare di investire nella realizzazione di un Media Center? Per il piacere e la comodità! Quelli di poter guardare dal divano sulla TV le foto delle vacanze, i filmati fatti con il tablet, film che abbiamo riversato sui nostri Hard Disk, il tutto semplicemente con un telecomando e pratici menù a schermo, senza la necessità di avere in contemporanea il PC acceso o una miriade di cavi e prese elettriche sparse per le stanze di casa! Con installazioni leggermente più elaborate si potrà accedere al nostro archivio multimediale anche quando saremo fuori casa, utilizzando lo smartphone o il portatile.

 Una configurazione tipo per un Media Center può essere schematizzata così:
– un modem/router, che oltre a garantire l’accesso a Internet permette la gestione di una rete locale Wi-Fi
– un PC, verosimilmente desktop, per il controllo completo dei componenti e come iniziale collettore di contenuti
– un NAS, dispositivo di archiviazione di rete, per accogliere e rendere disponibili i nostri file
– un programma – come Windows Media Center – che fornirà l’interfaccia grafica e il sistema di archiviazione, catalogazione e decodifica dei contenuti
– una Top Box, dispositivo simile ad un qualsiasi decoder che ospiterà il programma e sarà deputato alla corretta comunicazione fra la TV e gli altri dispositivi
ovviamente…una TV, meglio se di ultima generazione – SmartTV – equipaggiata con una buona varietà di porte e compatibile con i recenti protocolli di trasmissione dati su rete.

Potremmo iniziare a pregustare la validità di un sistema di intrattenimento da salotto di questo tipo provando a “simularlo” con dispositivi che già abbiamo, senza investire in tutta la componentistica necessaria e senza impazzire con programmi e configurazioni.
Basta un buon lettore di DVD, neanche troppo recente ma dotato almeno di una porta USB e che supporti la lettura di file mpeg e avi, meglio se collegato alla TV con cavo HDMI. A questo punto useremo una chiavetta USB abbastanza capiente, da riempire con un po’ di contenuti che abbiamo sul PC: film preferiti, foto delle ultime vacanze, ecc. Una volta collegata al lettore DVD, che si incarica del lavoro della Top Box, la chiavetta rappresenterà il nostro archivio multimediale, accessibile selezionando dal menù della TV la sorgente, il lettore appunto. Tramite un’interfaccia a schermo più o meno spartana dovremmo essere in grado di selezionare velocemente la riproduzione da chiavetta e selezionare facilmente i contenuti da visualizzare. Ecco fatto, possiamo goderci dal divano un po’ di materiale che prima era confinato alla sola visualizzazione su PC!
Il limite di questa installazione sta ovviamente nella capacità della chiavetta e nel fatto che potrebbe esserci la necessità di aggiornare spesso il suo contenuto, quindi con una “preparazione” in varie fasi che passa comunque dal PC. Una prova però vale la pena farla, potremmo farci un’idea se un sistema Media Center più elaborato può davvero interessarci o meno.

media centerNon si può poi non menzionare il nuovo dispositivo messo a disposizione da Google, il Chromecast. Simile per dimensioni a una chiavetta USB ma collegabile a porte HDMI del televisore, permette di sostituire la Top Box;
il costo è irrisorio – circa 30$ – e la praticità enorme.
In brevissimo tempo la nostra SmartTV sarà pronta per entrare nella rete domestica e visualizzarne i contenuti multimediali!

Contatti

I commenti sono chiusi.