La RAM

RAM sempre in ordine

La RAM…questa utilissima ed economica risorsa che può fare la differenza fra un PC scattante e uno un po’ “seduto”!

Ci sarà capitato milioni di volte di iniziare a lavorare al PC e avere tempi di risposta brevissimi, poi durante la giornata – o dopo mesi –  tutto diventa più legnoso, ai limiti del sopportabile nel peggiore dei casi.
Senza entrare troppo nel tecnico diciamo che la quantità di RAM installata sul PC viene ‘consumata’ costantemente sia dal Sistema Operativo, sia dai programmi che mano a mano installiamo, apriamo e usiamo per le sessioni di lavoro. Se la quantità disponibile di RAM rimasta non sarà sufficiente a soddisfare la richiesta di caricamento o le esigenze di un programma, il PC deciderà di scaricare un pò del contenuto della RAM; per farlo però dovrà far intervenire il disco rigido in scrittura, aumentando i tempi di esecuzione delle operazioni di un ordine di grandezza (gli Hard Disk sono molto più lenti delle memorie RAM)! Un altro fattore abbastanza diabolico è che chiudendo un programma, una grossa fetta della RAM a lui dedicata durante l’esecuzione, continua a rimanere inutilizzabile per la macchina, fino allo spegnimento della stessa!
Esistono molti programmini reperibili in rete, leggeri e gratis che monitorano l’uso di RAM e in automatico o a comando avviano procedure di refresh (aggiornamento e pulizia), rendendone disponibile una porzione per così dire, ‘bloccata’.
Uno di questi programmi è Memory Cleaner. File leggero da scaricare e veloce da installare, occupa una quantità di memoria veramente esigua una volta lanciato, 2.5 MB.
L’interfaccia, in inglese, è ridotta al minimo: nella piccola finestra di programma troviamo ben visibile la barra orizzontale che rappresenta la nostra memoria installata/in uso; poco sotto, a destra, i due bottoni per avviare il refresh della RAM e la pulizia della cache.

ram
Interfaccia di Memory Cleaner

Nella scheda opzioni, con caselle di spunta, possiamo impostare l’intervento automatico del programma ogni volta che le risorse usate superano una certa percentuale del totale disponibile, 80 % nella fattispecie.
Memory Cleaner lavora in background ed è sempre richiamabile o gestibile dalla Tray. Bene…non resta che provare!

ram
Icona di Memory Cleaner nella Tray

Prima di chiudere, qualche piccolo consiglio sul quantitativo di RAM da equipaggiare sul nostro PC.
Sicuramente un taglio da 4GB (2+2) è il minimo che ci si debba aspettare sui desktop di oggi; un upgrade da 2 a 4GB potrebbe dare una buona “scossa” a sistemi più datati che installano Vista e sui quali non si sia mai fatta troppa manutenzione. I 4GB rimangono la soluzione ideale per sistemi operativi a 32 bit.
Per sistemi a 64 bit, bhè…lì si spalancano le porte degli 8GB e oltre, fino al limite imposto dalla scheda madre, anche se bisogna sottolineare che ancora ben poche applicazioni, giochi compresi, sfruttano più di 8GB di memoria, e quelle che lo fanno sono più che altro costosi software professionali. Con 8GB di RAM, l’utilizzo di un programma come Memory Cleaner diventa superfluo, anche con uso della macchina intensivo.

Ricordate che la sostituzione o l’aggiunta di memoria è il più veloce ed economico sistema per incrementare in maniera considerevole le prestazioni del nostro PC.
Mi racomando però, sempre MODULI di qualità!

ram

Home Page

Lascia un commento

*